DONA IL 5 per MILLE a AssoMoldave

DONA IL 5 per MILLE a AssoMoldave
codice fiscale 97348130580
Un om informat este protejat!

"AssoMoldave"

CV di "AssoMoldave"

CINE SUNTEM?


CHI SIAMO?

http://asomoldave.blogspot.com



VIDEO "AssoMoldave"

Loading...

PROIECT: "MOLDOVENI IN ITALIA".

PROIECT: "MOLDOVENI IN ITALIA".
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/guida_moldavi

PROGETTO: "MOLDAVI IN ITALIA".

PROGETTO: "MOLDAVI IN ITALIA".
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/ghid_2_pentru_migrantii_moldoveni_italia

MOLDOVENI IN ITALIA. III editie.

MOLDOVENI IN ITALIA.  III editie.
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/guida_2014_assomoldave

OSPITI DI LABOR TV

venerdì 9 gennaio 2009

Torneo di scacchi .

Viorel Iordachescu (Moldavia) è il vincitore del Torneo internazionale di scacchi “Adriatico Ionio Mare di Pace” che si è concluso, oggi ad Ancona, nella sede del Rettorato dell'Università Politecnica.
ANCONA - Viorel Iordachescu (Moldavia) è il vincitore del Torneo internazionale di scacchi “Adriatico Ionio Mare di Pace” che si è concluso, oggi ad Ancona, nella sede del Rettorato dell'Università Politecnica. Il secondo posto è stato conseguito da Milan Drasko (Montenegro), mentre terzo è risultato Fabio Bruno (Italia).I tre scacchisti sono stati premiati, con una coppa, dal presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, e dal rettore Marco Pacetti.
Sono stati cento i giocatori che hanno partecipato al torneo, provenienti da dodici Paesi, in particolare dell'area Adriatico Ionica (come Croazia, Serbia, Montenegro, Bosnia, Albania, Grecia), ma anche dalla Moldavia, dalla Macedonia, dall’India, dal Brasile e, ovviamente, dall’Italia. Il torneo è stato aperto, nella categoria B, a tutti coloro che hanno voluto misurarsi sulla scacchiera.
Ma i veri protagonisti sono stati i maestri di livello internazionale, come il vincitore Viorel Iordachescu, al top delle classifiche internazionali ELO (punteggio attribuito a ogni giocatore dalla Federazione internazionale degli scacchi F.I.D.E. http://www.fide.com/).
Tre giocatori, poi, hanno conseguito il livello di maestri internazionali partecipando proprio alla gara di Ancona. Ha commentato il rettore Marco Pacetti – Gli scacchi sono uno dei veicoli ideali di comunicazione e di scambio culturale”.Proprio perché il linguaggio degli scacchi è internazionale, ha ricordato Spacca, “rappresenta un fattore culturale di integrazione. L’unione tra popoli non si basa solo sugli incontri istituzionali, ma anche, e soprattutto, sulla cultura, la musica, lo sport e sulle attività della vita quotidiana che animano la società civile della comunità dell’Adriatico e dello Ionio”.