DONA IL 5 per MILLE a AssoMoldave

DONA IL 5 per MILLE a AssoMoldave
codice fiscale 97348130580
Un om informat este protejat!

"AssoMoldave"

CV di "AssoMoldave"

CINE SUNTEM?


CHI SIAMO?

http://asomoldave.blogspot.com



VIDEO "AssoMoldave"

Loading...

PROIECT: "MOLDOVENI IN ITALIA".

PROIECT: "MOLDOVENI IN ITALIA".
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/guida_moldavi

PROGETTO: "MOLDAVI IN ITALIA".

PROGETTO: "MOLDAVI IN ITALIA".
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/ghid_2_pentru_migrantii_moldoveni_italia

MOLDOVENI IN ITALIA. III editie.

MOLDOVENI IN ITALIA.  III editie.
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/guida_2014_assomoldave

OSPITI DI LABOR TV

mercoledì 31 marzo 2010

Nuove regole per i visti .

L'Ue armonizza le regole per gli Stati che fanno parte dell'aerea Schengen.
Il prossimo 5 aprile entrerà in vigore la nuova legislazione comunitaria in materia di visti di breve durata, che armonizza le norme e le prassi degli Stati della zona Schengen, della quale fanno parte ventidue paesi membri dell'Ue (tutti tranne Gran Bretagna e Irlanda e al momento Bulgaria, Romania e Cipro), più Norvegia, Islanda e Svizzera.
“Le condizioni per il rilascio dei visti ai cittadini di paesi terzi diventeranno più chiare, precise, trasparenti ed eque”, ha dichiarato Cecilia Malmstrom, commissario per gli Affari interni. Il codice, adottato nel giugno scorso dal Consiglio europeo e dal Parlamento, contiene disposizioni generali per la determinazione del paese membro competente per l'esame delle domande di visto e prevede uno snellimento delle procedure.
L'importo generale dei diritti è di sessanta euro, che si abbassano a trentacinque per i bambini tra i sei e i dodici anni e per “i cittadini dei paesi terzi con cui l'Ue ha concluso accordi di facilitazione e di riammissione”. Fra questi vi sono la Bosnia-Erzegovina, l'Albania, la Moldova e la Russia. Si accorciano e diventano più certi anche i tempi per il rilascio: due settimane massimo per ottenere una risposta, che in caso di rifiuto dovrà d'ora in poi essere sempre motivata.

sabato 27 marzo 2010

INVITO

Con Gesù nel cuore.

Domenica, 28 marzo 2010, dalle ore 15:00 alle 18:00

Torino, Str.Castello di Mirafiori,  Mausoleo “Bella Rosin”

Sono invitati TUTTI COLORO CHE VOGLIONO
SAPERE  DI  PIU'  SULLE USANZE PASQUALQ  DI  DIVERSI
POPOLI.

ENTRATA GRATUITA.

PER RAGGIUNGERCI: BUS.34; 14
(Fermata viaVerga); TRAM.4 (CAPOLINEA STR.DEL DROSSO)
INFO. DIN MOLDOVA  SOCIAL ECONOMICA.

Parlamentul a anulat taxa de garanţie la introducerea maşinilor cu termenul de exploatare mai mare de 7 ani.
Cetăţenii care vor intra pe teritoriul Republicii Moldova cu mijloace de transport cu termenul de exploatare de peste 7 ani, pentru o anumită perioadă de timp, nu vor mai trebui să achite la vamă taxa de garanţie pentru aceste mijloace de transport, informează MOLDPRES.
Legislativul a adoptat astăzi o lege, ce include modificări în acest sens la Legea cu privire la modul de introducere şi scoatere a bunurilor de pe teritoriul R. Moldova de către persoane fizice.
Tudor Baliţchi, şef al Serviciului Vamal, a menţionat în cadrul şedinţei plenare a Parlamentului, că noua lege va oferi posibilitatea tuturor cetăţenilor rezidenţi ai Moldovei, dar şi celor nerezidenţi, care vor intra pe teritoriul ţării noastre, să nu achite taxa de garanţie pentru introducerea maşinilor cu un termen de exploatare mai mare de 7 ani. În acest mod, modificările adoptate de Parlament vor permite ca cetăţenii noştri, aflaţi la muncă peste hotare, să se reîntoarcă cu lichidităţi în ţară, şi respectiv, să investească în afacerile din Moldova, a precizat Baliţchi.
Pînă în prezent, persoanele care intrau în R. Moldova cu maşini cu un termen de exploatare mai mare de 7 ani, erau obligate să depună la hotar o taxă de garanţie, restituită la ieşirea din ţară. Potrivit legislaţiei în vigoare, taxa de garanţie este percepută de Serviciul Vamal în cazul introducerii temporare pe teritoriul republicii a mijloacelor de transport cu un termen de exploatare mai mare de 7 ani.
Taxa de garanţie este aplicată în funcţie de modelul şi capacitatea motorului maşinii, notează MOLDPRES.

venerdì 19 marzo 2010


BANDO COMUNE DI ROMA

Bando Pubblico per l'insediamento di PMI a vocazione culturale nell'incubatore Incipit di Corviale/Garbatella
Sportello per Immigrati “Impresa senza Frontiere”
Dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 9.30 alle ore 18.30
Telefono: 06.45492950 – Fax: 06.45429932
Via Monte delle Capre 23 – 00148 Roma
Roma: un corso gratuito “Immigrati che creano impresa”.
Avviare un’impresa di somministrazione di alimenti o bevande, dal business plan alla richiesta di contributi.
“Immigrati che creano impresa” è il corso promosso dall’Associazione Formare con il finanziamento della Provincia di Roma e del Fondo Sociale Europeo rivolto a 17 immigrati che intendono avviare una propria attività di somministrazione di alimenti o bevande.Il corso, il cui calendario avrà una cadenza di due giorni a settimana con termine entro luglio 2010 per complessive 160 ore, consente di acquisire le conoscenze necessarie ad avviare, gestire ed ottenere finanziamenti nel settore nonché le competenze per realizzare un proprio reale Business Plan.La partecipazione al corso è gratuita ed è prevista un’indennità di frequenza pari a 3 euro per ogni ora di frequenza alla formazione ed il rimborso dell’abbonamento mensile ai mezzi pubblici. Possono partecipare cittadini stranieri maggiorenni, in regola con il soggiorno, che abbiano assolto l’obbligo di istruzione, disoccupati, sottoccupati o con occupazioni dequalificate rispetto alle competenze possedute.L’ultimo giorno per la domanda di ammissione è il giorno 6 aprile. La domanda di ammissione va presentata direttamente all’Associazione Per Formare, via Buonarroti,12 - V piano, Roma o inviando un fax al 06 47880147.
Per informazioni: amministrazione@performare.eu, tel. 06 48906884 .
MOLDOVA SU RAI 3.
19 marzo 2010
Tv: questa notte su Rai Tre torna “Crash” con una puntata speciale sulla Moldova.“Moldova Low cost” un reportage di Paolo Zagari, in studio Valeria Coiante.
Questa notte, a partire dalle ore 1.00, su Rai Tre una puntata speciale di Crash dal titolo Moldova Low cost.La Moldova - scrivono gli autori - è un Paese politicamente indipendente dal 1991 di cui noi italiani sappiamo ben poco.
Sul totale dei residenti stranieri in Italia, i cittadini moldavi in Italia sono passati in pochi anni dallo 0,3% di presenze a più del 2%, e il dato è in costante crescita.I residenti in Italia regolarmente sono centomila, e tra loro la maggioranza è formata da donne, il 67% del totale.Ma il dato più sconvolgente tra quelli riguardanti la Moldova è quell’80% sul totale dei 4 milioni e mezzo di abitanti che dichiara di avere intenzione di andarsene dal suo Paese: un’intera nazione che si svuota, un’intera generazione che cresce imparando la lingua del Paese prescelto per emigrare.
A Crash, con un reportage di Paolo Zagari, si parlerà della Moldova di oggi a partire dai suoi studenti, che nelle scuole imparano l’italiano per emigrare.
La puntata sarà disponibile a partire da domani nel sito www.crash.rai.it.

martedì 16 marzo 2010

Caritas, due corsi di italiano per stranieri.

Promossi in collaborazione con la Rete Scuolemigranti e l'Università per Stranieri di Perugia, si svolgeranno presso il Centro di ascolto di via delle Zoccolette di R. S.
Due nuove proposte per imparare la nostra lingua.
La Caritas diocesana di Roma, in collaborazione con la Rete Scuolemigranti e l’Università per Stranieri di Perugia, promuove due corsi di italiano per cittadini stranieri di paesi terzi. I corsi, che potranno accogliere fino a un massimo di 20 persone ognuno, avranno inizio il 22 marzo per concludersi nel mese di maggio.
I corsi si svolgeranno presso il Centro Ascolto Stranieri, in via delle Zoccolette 16, e avranno una durata di 70 ore (50 ore in classe e 20 ore in esterna).
I destinatari dell’iniziativa sono i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti con una permanenza in Italia inferiore a 5 anni; sono esclusi i cittadini con permesso di soggiorno per asilo politico, protezione sussidiaria e richiesta asilo.
Per informazioni: tel. 06/6861554-6875228-68136176;
ACLI di Roma.
CORSO DI ITALIANO GRATIS.
Dal 19 marzo prenderà il via un nuovo corso per principianti destinato a chi vuole conseguire il certificato CELI di conoscenza dell'italiano di livello A2.
A partire da venerdi 19 marzo si terrà un nuovo corso di lingua italiana per principianti, destinato a coloro che intendono conseguire il certificato CELI di conoscenza dell’italiano di livello A2. Si tratta di un’iniziativa svolta in collaborazione con il Ministero degli Interni e l’Università per Stranieri di Perugia. Questo specifico corso – che rappresenta un’ “iniziativa pilota” nel suo genere - è a numero chiuso e prevede un tetto massimo di 20 studenti. Chi desideri saperne di più, può contattarci all’indirizzo mail: info@acliroma.it


Visite gratis alla tiroide in 12 ospedali
Basta una telefonata al numero verde.
Dal 15 al 19 marzo non serve l'impegnativa del medico.
L'iniziativa è promossa dal Club delle Uec, l'associazione delle Unità di endocrinochirurgia italiane
Dal 15 al 19 marzo 2010 è in programma in tutta Italia la settimana nazionale della tiroide. L'occasione per i cittadini di sottoporsi a una visita specialistica gratuita per verificare l'eventuale presenza di alterazioni della tiroide. Per avere i riferimenti dell'ospedale a cui rivolgersi si può telefonare al numero verde 800199894.
In particolare, per prenotare una visita al Policlinico Gemelli è attivo il numero 340/9524924 340/9524924 da oggi a venerdì (sabato e domenica esclusi), dalle ore 10 alle ore 13, fino a esaurimento del pacchetto di 100 visite gratuite programmate.
Per usufruire delle visite gratuite basterà telefonare al numero verde e non ci sarà bisgono dell'impegnativa del medico di famiglia.
Le strutture che aderiscono nel Lazio sono 15. Nella Capitale sono 12: il Policlinico Gemelli, l'Umberto I, il San Camillo Forlanini, il San Filippo Neri, il San Carlo Idi, il Fatebenefratelli, il Policlinico Casilino, l'Asl Roma B, il Complesso Integrato Columbus, il CTO, il San Giovanni Addolorata e il Grassi a Ostia. Il Santa Maria Goretti a Latina, il Fiorini a Terracina e il San Giovanni di Dio a Fondi.
"Metti una domenica a Roma": le ACLI presentano la Capitale ai residenti stranieri.

L'iniziativa che ha preso il via il 7 marzo è organizzata con il finanziamento della Provincia di Roma e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
L'iniziativa, ripetuta dopo il successo dello scorso anno, è organizzata dalle ACLI di Roma in collaborazione con il Circolo ACLI San Giovanni, con il finanziamento della Provincia di Roma e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Le ACLI faranno scoprire o approfondire la conoscenza delle meraviglie di Roma a molte persone che lavorano da anni nella nostra città, ma non hanno il tempo nè la possibilità di visitarla come merita."Metti una domenica a Roma" si svilupperà nell'arco di 8 appuntamenti nelle domeniche di primavera: dopo la visita al Foro Romano, si proseguirà con gli altri luoghi di maggiore interesse culturale, storico, artistico e religioso del centro e dei dintorni di Roma.
Per informazioni e iscrizioni, chiamaci al numero: 06/5708723 / 725

venerdì 12 marzo 2010

“Lune di primavera” un concorso letterario multiculturale per sole donne.
Si può partecipare entro il 31 marzo con racconti, poesie e diari sulla condizione femminile.“Lune di primavera” è il concorso letterario multiculturale rivolto alle donne di ogni nazionalità che possono partecipare con racconti, poesie e diari sulla condizione femminile.L’iniziativa è promossa dal Centro di documentazione “Donne del mondo” e le iscrizioni sono aperte fino al prossimo 31 marzo.Le opere vincitrici saranno pubblicate nella collana DisArmonie.
Per informazioni: www.donnemondo.it

Moldovenii de peste hotare vor putea obþine acte de identitate la misiunile diplomatice din þãrile în care muncesc.


Termenul de eliberare a actelor va fi de 30 de zile, însã, în loc de 250 de lei, cât costã un paºaport, solicitanþii din strãinãtate vor trebui sã achite în plus taxe consulare.
Ministrul Dezvoltãrii Informaþionale, Alexandru Oleinic, a declarat pentru Publika TV cã ministerul are elaborat un proiect de hotãrâre în aceastã privinþã."În caz de pierdere, furt sau expirare a termenului de valabilitate al paºaportului, concetãþenii noºtri vor trebui sã se adreseze la misiunea diplomaticã sau la consulatul din þara în care se aflã. Dacã în acea þarã nu existã o reprezentanþã diplomaticã, se va adresa la consulatul din þara cea mai apropiatã. Fiecare solicitant va trebui sã aibã un act de identitate ºi o fotografie care corespunde standardelor întreprinderii "Registru"", a precizat Alexandru Oleinic.
Ministrul Dezvoltãrii Informaþionale a precizat cã misiunile diplomatice nu se vor ocupa nemijlocit de perfectarea paºapoartelor. Competenþele lor se vor limita doar la recepþionarea cererilor ºi documentelor. Ulterior, dosarele vor fi expediate în Chiºinãu, la întreprinderea "Registru". Dupã perfectare, paºapoartele vor fi transmise înapoi ambasadelor ºi consulatelor. Pe lângã costul paºapoartelor, solicitanþii vor trebui sã achite ºi taxele consulare."Deocamdatã, nu vã putem spune cât vor costa serviciile consulare.
Pregãtirile pentru recepþionarea cererilor vor dura câteva sãptãmâni, abia dupã asta vom putea vorbi despre toate celelalte detalii", a precizat pentru aceea?i sursã Vladimir Ghile?chi, reprezentant MAIE.
Hotãrârea despre simplificarea procedurii de eliberare a actelor de identitate cetãþenilor aflaþi peste hotare este acum în fazã de proiect. Dacã va fi aprobatã de Guvern, ea va intra în vigoare, în aproximativ 10 zile, dupã publicarea în "Monitorul Oficial". În prezent, moldovenii de peste hotare îºi pot perfecta paºapoarte doar dacã revin în þarã sau pe bazã de procurã. În acest caz paºaportul va costa peste 2000 lei ºi va fi eliberat doar în regim de urgenþã - în 1 - 3 zile. Anual concetãþenii noºtri, aflaþi peste hotare, perfecteazã pânã la 50 de mii de paºapoarte.
Sursà : OIM MOLDOVA

giovedì 11 marzo 2010

Immigrazione: due corsi di italiano per stranieri promossi dalla Caritas di Roma in collaborazione con l’Università per Stranieri di Perugia.

La Caritas Diocesana di Roma, in collaborazione con la Rete Scuolemigranti e l’Università per Stranieri di Perugia, promuove due corsi di italiano per cittadini stranieri di paesi terzi. I corsi, che potranno accogliere fino a un massimo di 20 persone ognuno, avranno inizio il 22 marzo per concludersi nel mese di maggio. Al termine della formazione, il prossimo 11 giugno, i partecipanti saranno chiamati a sostenere l’esame CELI Impatto, una certificazione di competenze in italiano promossa dall’Università per Stranieri di Perugia e riconosciuta legalmente in Italia.
I corsi si svolgeranno presso il Centro Ascolto Stranieri, in via delle Zoccolette 16, e avranno una durata di 70 ore (50 ore in classe e 20 ore in esterna).
I destinatari dell’iniziativa sono i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti con una permanenza in Italia inferiore a 5 anni; sono esclusi i cittadini con permesso di soggiorno per Asilo politico, Protezione sussidiaria e Richiesta Asilo.
Le selezioni avranno luogo il 16 marzo alle ore 14.00 presso il Centro Ascolto Stranieri.
Per informazioni: tel. 06/6861554-6875228-68136176;
ANUNT
Pe data de 24 martie, la orele 12.35 in directa nationalà,
la RADIO RAI 1 pe onda 87.9 va fi trasmisiunea dedicatà emigrantilor.
Cu parteciparea domnuli ambasador G.Rusnac si a unor conationali de ai nostri.
Auditie plàcutà.

Il Ministero dell’Interno ha emanato una circolare con la quale ha finalmente risposto a numerosi quesiti che chiedevano dei chiarimenti per tutti quei cittadini stranieri che arrivano in Italia, per un periodo di soggiorno superiore a tre mesi, e che vogliono stabilirsi essendo titolari di un permesso di soggiorno CE di lungo periodo, in corso di validità, rilasciato da un altro Stato membro.
La circolare, infatti, chiarisce che tutti quei cittadini titolari di un permesso di soggiorno CE, rilasciato da un altro stato membro che vogliono stabilirsi in Italia hanno diritto ad ottenere un permesso di soggiorno e non un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Naturalmente , una analoga autorizzazione al soggiorno, con durata identica a quella delpermesso rilasciato al soggiornante di lungo periodo, dovrà essere concessa anche in favoredegli eventuali familiari.
Il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo verrà concesso solo se lo straniero dimostra di possedere i requisiti richiesti dalla legge italiana compreso naturalmente la regolare presenza in Italia da almeno 5 anni.
Fonte: www.stranieriinitalia.it

Il Ministero dell’Interno ha emanato una circolare con la quale ha finalmente risposto a numerosi quesiti che chiedevano dei chiarimenti per tutti quei cittadini stranieri che arrivano in Italia, per un periodo di soggiorno superiore a tre mesi, e che vogliono stabilirsi essendo titolari di un permesso di soggiorno CE di lungo periodo, in corso di validità, rilasciato da un altro Stato membro.
La circolare, infatti, chiarisce che tutti quei cittadini titolari di un permesso di soggiorno CE, rilasciato da un altro stato membro che vogliono stabilirsi in Italia hanno diritto ad ottenere un permesso di soggiorno e non un permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. Naturalmente , una analoga autorizzazione al soggiorno, con durata identica a quella delpermesso rilasciato al soggiornante di lungo periodo, dovrà essere concessa anche in favoredegli eventuali familiari.
Il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo verrà concesso solo se lo straniero dimostra di possedere i requisiti richiesti dalla legge italiana compreso naturalmente la regolare presenza in Italia da almeno 5 anni.
Fonte: www.stranieriinitalia.it

mercoledì 10 marzo 2010

ANUNT IMPORTANT .
Cetăţenii aflaţi peste hotare ar putea obţine paşapoarte la consulate. Premierul Vlad Filat a cerut Ministerului Tehnologiilor Informationale si Comunicatiilor şi Ministerului de Externe să găsească soluţii pentru ca cetăţenii moldoveni să poate primi acte de identitate la consulatele ţării noastre în străinătate.
http://www.jurnal.md/ro/news/live-text-ministri-se-intrunesc-in-sedinta-guvernului-182443/
Stabilizzazione delle finanze pubbliche, recupero della crescita economica e più welfare, soprattutto per le fasce deboli della popolazione.

Sono questi i tre punti cardine del piano biennale da 540 milioni di dollari (6 miliardi di lei,
la valuta locale) che la Moldova ha messo a punto per avvicinarsi agli standard europei e cominciare la rincorsa a Bruxelles. Stime del Fondo monetario internazionale alla mano,
la Moldova dovrebbe aver accusato una perdita secca del pil del 9% nel 2009 (nel primo semestre la flessione è stata del 7,8%), mentre la crescita stimata per il 2010 è dell.1%. I
dati sono contenuti nel dossier realizzato da Informest, l.Agenzia per la cooperazione internazionale partecipata, tra gli altri, da Regione Friuli Venezia Giulia, Regione Veneto e Unioncamere. Nella piccola repubblica ex sovietica (che si estende su una superficie di 34mila chilometri quadrati e ha poco meno di 4,5 milioni di abitanti), sempre stando ai dati raccolti da Informest, sono attive circa40mila piccole e medie imprese,il cui giro d.affari complessivo è stato valutato in circa 5,5 miliardi di dollari. Tra le iniziative di collaborazioneeconomica sviluppati dall.Italia,e in particolare proprio da Informest,figura il progetto Alternergy finalizzato all.introduzione di coltivazioni(piante oleoginose, girasoli ecolza, più nello specifico) da utilizzare per scopi energetici (bio-diesel) con l.obiettivo di favorire la diversificazione del territorio moldavo.Da segnalare che, nonostante i volumi contenuti, sul piano dell.interscambio commerciale l.Italia nel 2008 (dati Istat) ha esportato prodotti e servizi per 197 milioni di euro,mentre le importazioni sono ammontate a 149 milioni, per un saldo positivo di 48 milioni. Nel 2007, l.exportera stato di 175 milioni, l.import di 140 e il saldo era stato positivo per 35 milioni.Nicola Comelli
http://www.informest.it/docs/rassegna/20100226-2010_02_26_Il_Piccolo_Moldova_rilancio_economic.pdf

martedì 9 marzo 2010

“IMMIGRATI CHE CREANO IMPRESA” .

Il progetto “IMMIGRATI CHE CREANO IMPRESA”, promosso dall’Associazione Per Formare, vuole favorire l’acquisizione di conoscenze e competenze di base per la creazione di lavoro autonomo ed imprenditoriale di immigrati/e nel campo della ristorazione e della somministrazione di alimenti e bevande.
Il percorso di 160 ore si articola in 9 moduli (che si svolgeranno nel periodo da aprile 2010 a luglio 2010) di cui uno volto alla condivisione del percorso e alla stipula del patto formativo ed un altro, il Project Work, per acquisire pratica nell’elaborazione e stesura di una propria idea di impresa con lo strumento del Business Plan. Gli altri sette moduli sono orientati ad acquisire le competenze per un primo inserimento nel campo della ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande in forma imprenditoriale/autonoma (Adempimenti amministrativi, Finanziamenti ed accesso al credito, Normativa ed adempimenti in materia di lavoro, previdenza e fiscalità, Legislazione igienico sanitaria, Il foglio elettronico, La Sicurezza sui luoghi di lavoro e rischi specifici, Pari opportunità).

Le attività didattiche saranno svolte da esperti nella varie discipline con testimonianze di imprenditori di successo nel settore.
A livello didattico si userà lo studio di casi ed esercitazioni, accanto a lezioni di tipo tradizionale.

L’intero percorso si svilupperà in 16 settimane, con una frequenza di 10 ore settimanali (due giornate da cinque ore ciascuna, concordate con il gruppo classe).

Al termine dell’attività verrà rilasciato, ai partecipanti che avranno frequentato almeno l’80% delle lezioni, un Attestato di Frequenza.
Le domande di selezione potranno essere presentate (a mano o via fax mantenendo la ricevuta del rapporto fax) a partire dal 04/03/2010 e fino al 06/04/2010

presso la sede dell’Associazione di
Via Buonarroti n. 12
Contatti
Tel 06/48906884
Fax 06/47880147
Mail: amministrazione@performare.eu
Web: www.performare.eu

venerdì 5 marzo 2010

ROMA
Approvata la costruzione di 27.500 nuovi alloggi di cui 6mila case popolari.
Appartamenti a basso costo per famiglie disagiate, giovani coppie, immigrati a basso reddito, studenti di R. S.
Nuove case popolari, appartamenti a basso costo per le giovani coppie, le famiglie disagiate, gli studenti, i lavoratori fuori sede. Il consiglio comunale ha approvato lunedì (1 marzo 2010) sera il piano casa della giunta Alemanno per la costruzione di 27.500 nuovi alloggi di cui 6mila case popolari. La votazione è avvenuta dopo l’occupazione dell’aula Giulio Cesare da parte dei movimenti di lotta per la casa e il successivo intervento degli agenti.Tra i punti salienti del piano, i sistemi e i metodi per realizzare nuovi alloggi: acquisizione di appartamenti da destinare all'edilizia residenziale pubblica, aumento di densità di aree già edificabili, modifica di destinazioni d'uso (di zone o fabbricati non residenziali) per ricavare case, reperimento di nuove aree edificabili ("ambiti di riserva").Quanto all’housing sociale, ci saranno diversi casi possibili: vendita a prezzo convenzionato o affitto per almeno 25 anni (canone medio: intorno ai 430 euro al mese per un appartamento di 2 camere, 2 bagni, soggiorno con angolo cottura e accessori), poi possibilità di cessione a prezzo convenzionato oppure affitto per almeno 10 anni, con patto di futura vendita o riscatto (in caso di mancato riscatto, prosecuzione dell'affitto a canone sociale). Oppure: abitazioni collettive in locazione temporanea con gestione di servizi comuni (studentati, residenze socio-sanitarie per anziani e disabili, nuclei mono-parentali a basso reddito ecc.).In base al decreto 112/2008 (articolo 11), potranno beneficiare dell’housing sociale: nuclei familiari a basso reddito (anche mono-parentali o mono-reddito); giovani coppie a basso reddito; anziani in condizioni sociali o economiche svantaggiate; studenti fuori sede; famiglie sottoposte a sfratto esecutivo; immigrati regolari a basso reddito, residenti da almeno 10 anni sul territorio nazionale o da almeno 5 anni nella medesima regione.«L'approvazione del piano casa – dichiara il sindaco Gianni Alemanno – è un grande successo per l'amministrazione e per il Consiglio comunale di Roma. Finalmente siamo in grado di lanciare quei bandi che, già dalle prossime settimane, cominceranno ad assegnare alloggi a famiglie che da anni stavano in graduatoria. Una grande macchina si mette in movimento».
http://www.romanotizie.it/casa-il-consiglio-comunale-approva-il-piano.

mercoledì 3 marzo 2010

Corsi gratuiti per assistenti familiari .

La Regione Lazio e il Comune di Roma hanno lanciato un Bando per la partecipazione a 28 corsi di formazione gratuiti per assistenti familiari, utili per l'iscrizione al Registro comunale degli assistenti familiari.
Scadenza presentazione domande: 18 marzo 2010 alle ore 12,00

Requisiti per l'ammissione. Ogni corso è riservato a un minimo di 15 sino ad un massimo di 20 allievi e destinato a candidati in possesso dei seguenti requisiti:
- età 18- 60 anni;
- donne e uomini inoccupati o disoccupati, occupati, italiani o immigrati, residenti o domiciliati nella Regione Lazio, in regola con la normativa vigente sull'immigrazione.
Per le donne immigrate comunitarie ed extracomunitarie sono riservati in maniera esclusiva 8 corsi di formazione presso l'Ass.For.SEO in via G. A. Badoero 51.

Attestato.
Al termine del corso, gli allievi che avranno superato le prove di esame, conseguiranno l'attestato di frequenza (120 ore) relativo all'acquisizione delle competenze di base valido agli effetti della legge che definisce il profilo professionale dell'Assistente Familiare.


Per informazioni:
"Insieme si può"
via Merulana, 19 - Roma
tel. 06 44341246 - 06 44340710
www.insiemesipuo.net

martedì 2 marzo 2010


Asociatia “Moldova – Doina” din provincia di Como, organizeaza la data de 6 Martie 2010 o serata de prietenie intre asociatiile cetatenilor straini din teritoriul provinciei (Ghana, Tunisia, Senegal, Liban, Bulgaria etc.) cu genericul “DONNA – PONTE NEL MONDO” dedicata sarbatorii Zilei Internationale a Femeii, vom fi nespus de bucurosi de a Va vedea in calitate de oaspete la sarbatoarea noastra.

Serata se va desfasura in incinta Bibliotecii Comunale di Como din via Volta orasul Como
inceputul la orele 15:00

L'associazione “MOLDOVA - DOINA” provincia di COMO in collaborazione con la Biblioteca Comunale di COMO organizza incontro con le associazioni provinciali di GHANA, SENEGAL, TUNISIA, LIBANO, BULGARIA e altre, per la festa “DONNA - PONTE NEL MONDO”.
Il giorno di 6 MARZO ore 15.00
presso la Biblioteca Comunale di COMO

Associazione "Moldova-Doina"
via Alebbio, 4 Como 22100
Info: moldovadoinaco@yahoo.it
tel: 348-3359-541

lunedì 1 marzo 2010


AUGURI .

Mărţişor è una festa tradizionale MOLDAVA che celebra l'inizio della primavera.
Si celebra il 1 marzo in Romania, Moldavia, Bulgaria e Macedonia. Il nome deriva dal diminutivo di "Marzo" (in rumeno Martie) ed ha il significato di "piccolo" o "caro Marzo".
La tradizione vuole che in questo giorno gli uomini regalino alle fidanzate, alle mogli, alle figlie e alle sorelle dei piccoli amuleti (mărţişor). Questi amuleti sono dei piccoli gioielli o oggetti decorati avvolti in un nastro rosso e bianco che le donne indossano di solito sul cappotto per tutto il mese di marzo. Se questi “mărţişor” sono accompagnati da tenerissimi bucaneve o anche da altri fiori, la gioia di “lei” sarà molto grande.
Le origini della festa non si conoscono, pare che sia nata ai tempi dell’Impero Romano quando l’Anno Nuovo era festeggiato nella prima giornata di primavera, nel mese di marzo. Marte non era soltanto il dio della guerra, ma anche della fertilità e della vegetazione e questa dualità è presente nel doppio filo intrecciato rosso e bianco.
Per alcuni il bianco è il simbolo dell’inverno e il rosso è simbolo della rinascita della vita, per altri il bianco è la ragione chiara dell’uomo e il rosso evoca la vitalità calda della donna. Il loro intreccio significa l’indissolubile unità dei due principî che raggiungono pienezza solo camminando uno accanto all’altro.
In seguito, il nastro viene appeso ai rami di un albero da frutta (si pensa che porta abbondanza).
Tanti auguri per una bellissima primavera.
.