DONA IL 5 per MILLE a AssoMoldave

DONA IL 5 per MILLE a AssoMoldave
codice fiscale 97348130580
Un om informat este protejat!

"AssoMoldave"

CV di "AssoMoldave"

CINE SUNTEM?


CHI SIAMO?

http://asomoldave.blogspot.com



PROGETTO: "MOLDAVI IN ITALIA".

PROGETTO: "MOLDAVI IN ITALIA".
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/ghid_2_pentru_migrantii_moldoveni_italia

MOLDOVENI IN ITALIA. III editie.

MOLDOVENI IN ITALIA.  III editie.
Ghid pentru orientarea şi integrarea socială a moldovenilor în Italia. Acest Ghid poate fi descarcat aici:http://issuu.com/tatiananogailic/docs/guida_2014_assomoldave

OSPITI DI LABOR TV

martedì 5 luglio 2022

 Decreto flussi, quanto tempo ci vuole per ottenere il nulla osta al lavoro?

Le risposte alle domande più frequenti

In linea generale la disciplina dei procedimenti concernenti l’immigrazione e la cittadinanza ‘viaggia su binari normativi’ del tutto svincolati da quelli previsti dalla legge n. 241 del 1990 e risponde a logiche ed esigenze organizzative (correlate alla mole e alla complessità dei procedimenti implicati) non conciliabili con l’ordinario sistema dei termini.

L’art. 2 della legge 241 del 1990, nel disciplinare in linea generale la materia dei tempi e dei termini entro i quali l’amministrazione si deve pronunciare per iscritto, sottrae espressamente i procedimenti in tema di immigrazione e cittadinanza anche al limite temporale massimo dei 180 giorni, non prevedendo neanche un espresso limite temporale. ll comma 4 dell’art. 2, infatti, non fissa un termine finale (superiore ai 180 giorni) entro il quale tali procedimenti si devono comunque concludere e nemmeno dispone che il superamento del termine debba essere giustificato nei singoli casi.

Cosa succede dopo l’inoltro della domanda di nulla osta al lavoro? Quanto bisogna aspettare?

Il Testo Unico sull’immigrazione prevede che il termine massimo per avere una risposta dopo l’invio della richiesta di nulla osta al lavoro per l’assunzione di un lavoratore straniero sia di 60 giorni dalla presentazione della domanda in caso di lavoro subordinato non stagionale (art.22, al comma 5) e di 20 giorni  in caso di lavoro subordinato stagionale (art. 24, comma 2).

Nei casi di irregolarita' sanabile o di incompletezza della documentazione, lo Sportello unico invita il datore di lavoro a procedere alla regolarizzazione ed all'integrazione della documentazione. In tale ipotesi, i termini sopra previsti, per la concessione del nullaosta al lavoro subordinato e per il rilascio dell'autorizzazione al lavoro stagionale decorrono dalla data dell'avvenuta regolarizzazione della documentazione.

Si tratta, tuttavia, di termini non perentori e, quindi, se per motivi organizzativi lo Sportello Unico non è in grado di rilasciare il nulla osta entro il tempo prescritto, non è prevista alcuna sanzione né a ciò consegue alcun effetto automatico.

Il procedimento che porta al rilascio del nulla-osta al lavoro da parte dello Sportello Unico, si compone di due sub-procedimenti che coinvolgono:

- la Questura, per la verifica sulla sussistenza, nei confronti del lavoratore straniero e del datore di lavoro, di motivi ostativi al rilascio del nulla osta ;

- l’ITL (Ispettorato Territoriale al Lavoro)  per la verifica del rispetto delle condizioni contrattuali che si intendono applicare, sulla capacità economica dell’impresa nonché sulla sussistenza di quote

Non sono previsti termini per l’adozione di tali pareri né gli stessi sono autonomamente impugnabili.

La procedura prevede che lo Sportello Unico, solo dopo aver acquisito il parere dall’ Ispettorato Territoriali del Lavoro e dalla Questura convochi il datore di lavoro per la presentazione dei documenti indicati nella domanda, il rilascio del nulla osta e la sottoscrizione del contratto di soggiorno.

Quando il parere dell’Ispettorato o della Questura sono negativi, il dirigente dello Sportello Unico, previa comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento della domanda (ai sensi dell’ art. 10 bis L.241/90), procederà al rigetto della istanza.

___________________________________________________________________________________

ATTENZIONE: Con il DECRETO-LEGGE 21 giugno 2022, n. 73 (artt. 42-45) sono state introdotte norme dirette a semplificare la procedura sopra descritta. valide sia per il decreto flussi 2021 che per quello che verrà adottato nel 2022. La nuova normativa prevede che le verifiche a carico dell'Ispettorato siano ora demandata ai consulenti del lavoro e alle organizzazioni dei datori di lavoro più rappresentative ai quali il datore di lavoro aderisce o conferisce mandato. In caso di esito positivo sul possesso dei requisiti in questione , è previsto il rilascio di apposita asseverazione che il datore di lavoro dovrà produrre insieme alla richiesta di nulla osta al lavoro, oppure, per le domande già proposte per l’annualità 2021, al momento della sottoscrizione del contratto di soggiorno.Per le domande presentate nell'ambito del decreto flussi 2021  per le quali le quali l'Ispettorato Nazionale abbia già effettuato le verifiche di comeptenza  (e risulti presente a sistema il parere positivo dell’ITL) i datori di lavoro non dovranno munirsi dell’asseverazione. Quest'ultima non è, inoltre, necessaria  con riferimento alle domande presentate dalle organizzazioni dei datori di lavoro che hanno sottoscritto con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali un apposito protocollo d’intesa con il quale si impegnano a garantire il rispetto, da parte dei propri associati, dei requisiti previsti dalla legge.

___________________________________________________________________________________

Sono previste casi in cui si applica la regola del silenzio assenso in caso di mancato rispetto dei termini da parte dello Sportello unico?

Si, un ipotesi di silenzio assenzo è prevista in materia di lavoro stagionale. L’art 24, comma 5, del Testo Unico Immigrazione prevede che decorsi 20 giorni dalla data di ricezione della domanda di nulla osta all’ingresso, se lo Sportello Unico non comunica al datore di lavoro il proprio diniego, la richiesta si intende accolta, nel caso in cui ricorrano contemporaneamente le seguenti condizioni:

• la richiesta riguardi uno straniero già autorizzato l'anno precedente a prestare lavoro stagionale presso lo stesso datore di lavoro richiedente;

• il lavoratore stagionale nell'anno precedente sia stato regolarmente assunto dal datore di lavoro e abbia rispettato le condizioni indicate nel permesso di soggiorno"

In questo caso non è prevista l'emissione del nulla osta; il visto d'ingresso potrà essere richiesto presso la competente Autorità Consolare quando sul portale "verifica avanzamento domande online" la pratica sarà visualizzata nello stato di "richiesta di visto inoltrata".

In tal caso il contratto di soggiorno dovrà essere sottoscritto contemporaneamente dal datore di lavoro e dal lavoratore al momento della presentazione presso lo Sportello Unico per la richiesta del Permesso di soggiorno.

In tutti gli altri cas,i passato il periodo previsto dalla legge per il trattamento della pratica, il richiedete può sollecitarelo Sportello Unico ad avere una risposta in merito alla richiesta e qualora il sollecito non basti, provvedere con una diffida nella quale si invita lo stesso ufficio a velocizzare i tempi della pratica. Nel caso il silenzio continui, l’unico rimedio resta la proposizione di un’azione giudiziale di accertamento dell’obbligo di provvedere, con l'assegnazione da parte del giudice di un termine entro cui l'amministrazione deve rispondere.

___________________________________________________________________________________

ATTENZIONE: Con il DECRETO-LEGGE 21 giugno 2022, n. 73 (artt. 42-45) sono state introdotte norme dirette ad accelerare la procedura prevista per il rilascio del nulla osta al lavoro. valide sia per il decreto flussi 2021 che per quello che verrà adottato nel 2022. La nuova normativa prevede il rilascio del nulla osta, entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto-legge. Pertanto, per quanto riguarda  le domande presentate nell'ambito del Decreto flussi 2021,  qualora alla data del 22 luglio 2022  il nulla osta non fosse stato ancora rilasciato, lo Sportello Unico  dovrà  procedere al rilascio immediato, a prescindere delle verifiche da parte della questura. Il sopravvenuto accertamento degli elementi ostativi  dopo il rilascio del nulla osta comporta la revoca dello stesso.

Il visto d’ingresso per chi ha ottenuto il nulla osta dovrà essere rilasciato entro 20 giorni dalla domanda.

Altra importante novità riguarda la possibilità di iniziare a svolgere attività lavorativa subito dopo il rilascio del nulla osta. Il datore di lavoro, acquisito il documento, dovrà consegnarne copia al lavoratore e provvedere autonomamente alla comunicazione obbligatoria di assunzione, mentre il lavoratore dovrà attivarsi ai fini del rilascio del codice fiscale presso l’Agenzia delle Entrate.

ll datore di lavoro potrà assumere da subito anche lavoratori già presenti in Italia, sebbene in condizione irregolare, alla data del 1° maggio 2022, come “provato” da eventuali rilievi fotodattiloscopici, dichiarazioni di presenza o “documentazione di data certa proveniente da organismi pubblici”. Queste condizioni non devono essere accertate dal datore di lavoro, ma dallo Sportello Unico per l’Immigrazione, solo successivamente all’assunzione, quando convocherà datore e lavoratore per la sottoscrizione del contratto di soggiorno.

______________________________

https://www.integrazionemigranti.gov.it/Ricerca-news/Dettaglio-news/id/2627/Decreto-flussi-quanto-tempo-ci-vuole-per-ottenere-il-nulla-osta-al-lavoro

Come si fa a curarsi in Italia? 
Gli stranieri possono iscriversi al Servizio Sanitario Nazionale? 
 Le risposte alle domande più frequenti Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è l’insieme di strutture e servizi che assicurano la tutela della salute e l’assistenza sanitaria a tutti i cittadini italiani e stranieri, in attuazione dell’art. 32 della Costituzione italiana. Il cittadino straniero residente in Italia con regolare permesso di soggiorno ha diritto all’assistenza sanitaria assicurata dal Servizio Sanitario Nazionale, con parità di trattamento rispetto ai cittadini italiani. L’assistenza sanitaria spetta, oltre che agli iscritti, anche ai familiari a carico e regolarmente soggiornanti. A cosa da diritto l’iscrizione al SSN? Per beneficiare delle prestazioni fornite dal SSN occorre iscriversi e la tessera sanitaria è il documento che prova l'iscrizione. La tessera sanitaria personale dà diritto a ricevere le seguenti prestazioni: -avere un medico di famiglia o pediatra -ricovero ospedaliero gratuito presso gli ospedali pubblici e convenzionali -assistenza farmaceutica -visite mediche generali in ambulatorio -visite mediche specialistiche -visite mediche a domicilio -vaccinazioni -esami del sangue -radiografie -ecografie -medicine -assistenza riabilitativa e per protesi -altre prestazioni previste nei livelli essenziali di assistenza L'iscrizione può essere obbligatoria o volontaria 

 Chi è obbligato ad iscriversi al SSN? Hanno diritto all'iscrizione obbligatoria al Sevizio Sanitario Nazionale (SSN) tutti i cittadini stranieri: -che soggiornano regolarmente in Italia e abbiano in corso regolari attività di lavoro subordinato o autonomo o siano iscritti nelle liste delle persone in cerca di occupazione presso i Centri per ll'Impiego -che soggiornano regolarmente e abbiano richiesto il rinnovo del permesso di soggiorno per : lavoro subordinato o autonomo, motivi familiari, per asilo, per protezione sussidiaria, per casi speciali, per protezione speciale, per cure mediche/gravidanza (articolo 19, comma 2, lettera d-bis del T.U.286/98), per richiesta di asilo, per attesa adozione, per affidamento, per acquisto della cittadinanza. -che siano in attesa del primo rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato o per motivi familiari I minori stranieri non accompagnati, anche nelle more del rilascio del permesso di soggiorno, a seguito delle segnalazioni di legge dopo il loro ritrovamento nel territorio nazionale e comunque tutti i minori indipendentemente dallo stato di regolarità del soggiorno, con conseguente diritto al pediatra di base da 0 a 14 anni e al medico di medicina generale da 14 a 18 anni. Dove viene fatta l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale? L’iscrizione viene fatta presso l'Azienda Sanitaria Locale (ASL) del territorio in cui si risiede o se non si è ancora residente, del luogo in cui si ha il domicilio effettivo indicato nel permesso di soggiorno. Come fare se non si rientra nelle categorie che hanno diritto all’iscrizione obbligatoria al SSN? Gli stranieri che soggiornano regolarmente in Italia, per un periodo superiore a tre mesi, che non hanno diritto all'iscrizione obbligatoria, sono tenuti ad assicurarsi contro il rischio di malattia, di infortunio e per maternità, mediante la stipula di una polizza assicurativa privata, ovvero, con iscrizione volontaria al SSN attraverso il pagamento di un contributo forfettario annuale. Hanno diritto ad iscriversi volontariamente al SSN: -gli studenti e le persone alla pari anche per periodi inferiori a tre mesi -coloro che sono titolari di permesso di soggiorno per residenza elettiva e non svolgono alcuna attività lavorativa, -il personale religioso (non iscrivibile obbligatoriamente) -il personale diplomatico e consolare delle Rappresentanze estere operanti in Italia, con esclusione del personale assunto a contratto in Italia per il quale è obbligatoria l’iscrizione al SSR -dipendenti stranieri di organizzazioni internazionali operanti in Italia -stranieri che partecipano a programmi di volontariato -genitori ultra sessantacinquenni con ingresso in Italia per ricongiungimento familiare, dopo il 5 novembre 2008 -tutte le altre categorie individuate per esclusione rispetto a coloro che hanno titolo all'iscrizione obbligatoria. Non possono essere iscritti volontariamente al SSN i cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno per cure mediche e per motivi di turismo (art. 36 del T.U. n. 286/98). In tal caso occorre provvedere al pagamento degli oneri relativi alle cure effettuate. Non possono iscriversi al SSN neanche gli stranieri irregolarmente presenti. Il cittadino straniero non in regola con le norme relative all’ingresso e al soggiorno in Italia ha diritto, comunque, alle cure ambulatoriali e ospedaliere urgenti o essenziali, anche se continuative, alle cure per malattia e infortunio nelle strutture pubbliche o private convenzionate. A tal fine, dovrà richiedere all’ASL un tesserino chiamato “STP” (Straniero Temporaneamente Presente) valido sei mesi ed eventualmente rinnovabile. (vedi FAQ relative) Puoi effettuare l’iscrizione volontaria al SSN o di occorre pagare un contributo forfettario annuale. Il contributo forfettario si paga sul conto corrente regionale che può essere richiesto direttamente alla AsL dove si è scelto di iscriverti o tramite F24.
 Quanto tempo dura l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale? L’iscrizione al SSN ha la stessa durata del permesso di soggiorno. L’iscrizione non decade durante la fase di rinnovo del permesso di soggiorno (art. 42 del DPR 394/99) L’obbligo dell’ASL di procedere alla cancellazione dell’anagrafe sanitaria dei cittadini stranieri sussiste solo dopo aver ricevuto dalla Questura la comunicazione del mancato rinnovo, revoca o annullamento del permesso di soggiorno, salvo che l’interessato comprovi di aver presentato ricorso contro i suddetti provvedimenti. Come si accede all'assistenza sanitaria? Al momento dell'iscrizione si può scegliere il medico di famiglia o il pediatra, il cui nome viene riportato sulla tessera sanitaria, al quale ci si può rivolgere gratuitamente. Nel momento in cui si è in possesso della richiesta per la prestazione sanitaria, rilasciata dal medico di fiducia, è possibile effettuare la relativa prenotazione secondo le modalità definite dalla Regione in cui si è iscritti. Ogni visita specialistica comporta il pagamento di una quota di partecipazione alla spesa sanitaria (ticket) come avviene per i cittadini italiani. Sono previste modalità di esenzione dal pagamento dei ticket per riconosciute specifiche condizioni di reddito, età, invalidità o patologie. Il Tesserino di esenzione dal Ticket viene rilasciato presso gli sportelli della ASL. 

Tutti i minori figli di stranieri irregolari (se nella fascia di età compresa fra 0 e 6 anni), sono esonerati dal ticket sanitario (quota fissa normalmente dovuta per l'accesso alle cure sanitarie) a parità di condizioni con il cittadino italiano. Anche le prestazioni sanitarie per i minori stranieri non accompagnati sono erogate in esenzione dal pagamento del Ticket sanitari . L'affidatario del minore ha il compito di svolgere le pratiche necessarie per l'accesso alle prestazioni sanitarie ordinarie, quindi anche all'iscrizione al S.S.N. e la richiesta di esenzione dal Ticket per insufficienza del reddito. Per saperne di più vedi la sezione “il diritto alla salute dei minori stranieri” I detenuti stranieri possono usufruire dell'assistenza sanitaria pubblica? Tutti i detenuti stranieri hanno diritto all'iscrizione obbligatoria al SSN per il periodo di detenzione, che siano o meno in possesso di regolare titolo di soggiorno, ivi compresi i detenuti in semi-libertà o coloro che vengono sottoposti a misure alternative alla pena. 

I detenuti sono esclusi dal pagamento della quota di partecipazione alla spesa (ticket). Gli stranieri in attesa di regolarizzazione hanno diritto all'assistenza sanitaria? Si, i cittadini in attesa di regolarizzazione possono comunque essere iscritti al Servizio sanitario nazionale con il codice fiscale provvisorio, presentando all’ASL la ricevuta della domanda di regolarizzazione.
 In questo caso, non viene inviata automaticamente la tessera sanitaria, ma potrà essere rilasciato dall’ASL solo un certificato sostitutivo, che contiene il numero identificativo della tessera sanitaria. Se il cittadino straniero per il quale è stata richiesta la regolarizzazione non conosce il codice fiscale che gli è stato attribuito, le ASL hanno a disposizione una procedura che consente di recuperarlo, inserendo i dati anagrafici completi del cittadino. 

 Sull’assistenza sanitaria dei cittadini stranieri sono disponibili ulteriori informazioni in una sezione del sito del Ministero della Salute contenete le risposte alle domande più frequenti. Stranieri irregolari e accesso alle strutture sanitarie. Che cos’è il codice STP? Le risposte alle domande più frequenti dal Manuale d’uso per l’integrazione È possibile accedere a prestazioni mediche se sono uno straniero irregolarmente presente in Italia? Ai cittadini stranieri presenti irregolarmente sul territorio italiano viene assegnato, all’atto della richiesta di cure oppure su richiesta esplicita, un codice di identificazione, chiamato STP (Straniero Temporaneamente Presente), valido per 6 mesi e rinnovabile.
 L’accesso alle strutture sanitarie da parte del cittadino straniero irregolarmente presente in Italia non comporta la segnalazione alle autorità di polizia, tranne nei casi in cui la denuncia sia obbligatoria per legge. 
 È possibile accedere a prestazioni sanitarie se non ho danaro per pagare il ticket? Se il cittadino straniero non dispone di sufficiente danaro, pagherà solo una parte del ticket (quota di partecipazione). 
Il cittadino straniero totalmente sprovvisto di danaro (situazione di indigenza) può essere esonerato dal pagamento della quota di partecipazione al ticket, sottoscrivendo la “dichiarazione di indigenza”, valida 6 mesi. Così come è previsto per i cittadini italiani, anche lo straniero presente irregolarmente in condizione di indigenza è esonerato dal pagamento del ticket in questi casi: • prestazioni sanitarie di primo livello (medicina generale, Sert, Consultorio familiare, ecc); • urgenze. Sono urgenti le cure che non possono essere deferite senza pericolo per la vita o danno per la salute della persona; • stato di gravidanza; • patologie esenti; • in ragione dell’età o di gravi stati invalidanti. Per maggiori informazioni, è possibile rivolgersi in un ufficio STP presso la ASL o un ospedale ove presente.
 Per saperne di più (Fonte: Manuale d'uso per l'Integrazione 2021) https://integrazionemigranti.gov.it/it-it/Altre-info/e/4/o/8///id/11/Il-diritto-alla-salute-dei-minori-stranieri

mercoledì 29 giugno 2022

 Corsi gratuiti di italiano per stranieri a Roma in estate.

"I corsi gratuiti per giovani e adulti a Roma e dintorni

Lo studio dell’italiano non va in vacanza: con l’arrivo dell’estate la rete associativa locale di Roma e dintorni continua ad offrire la possibilità di partecipare ai corsi gratuiti di italiano per stranieri, un’opportunità per allenare l’uso e la comprensione della lingua anche durante le vacanze. Le lezioni sono rivolte a giovani e adulti con qualsiasi livello di conoscenza di partenza. Ecco una rassegna dei principali servizi offerti durante il periodo estivo dalle associazioni riunite nella Rete Scuolemigranti.

I corsi gratuiti per adulti a Roma

Centro Astalli – (zona Piazza Venezia) via degli Astalli 13, Roma

Iscrizioni ancora aperte; le lezioni si terranno dal 6 giugno al 21 luglio, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:30 alle 13:00. I posti sono limitati, per iscriversi è necessario recarsi a scuola dal lunedì al venerdì, dalle ore 10:00 – 13:00. Per maggiori informazioni consultare il sito dedicato.

Casa Africa – (zona Barberini) via degli Artisti 32, Roma

Come ogni anno la Scuola di Casa Africa resterà aperta per tutta l’estate. I corsi per i livelli A1, A2, B1 si terranno dal lunedì al venerdì nelle ore 10:00-12:00 e dalle 16:30 alle 18:30. Gli studenti verranno seguiti sia individualmente che in gruppo, in base al livello di conoscenza di partenza. Per iscriversi basta raggiungere la sede di Casa Africa negli orari di apertura della scuola.

Per maggiori informazioni: Gemma Vecchio: 333.2346917 oppure 06.42017910

Martina Fedeli: 339.7337347

Email: casaafrica1@gmail.com

Arci Solidarietà – (zona Castro Pretorio) via Goito 35B, Roma

La scuola resterà aperta nel mese di luglio e in parte anche ad agosto. I corsi saranno ripartiti nelle seguenti modalità:

Base, A1: lunedì, mercoledì, giovedì dalle 10:00 alle 11:30;

A1, A2, B1: lunedì, mercoledì, giovedì dalle 11:30 alle 13:00;

Analfabeti, livelli pre-alfa: venerdì dalle 10:00 alle 11:30.

Sono inolte disponibilii i corsi di preparazione all’esame di teoria della patente B, il mercoledì dalle 15:00 alle 16:30 sulla piattaforma Zoom. Per informazioni e iscrizioni:

Tel. 06.89566589/ 345.2900540

E-mail: formazionelavoro@arcisolidarietaonlus.com

Consulta Chiese Evangeliche – (Centocelle) via della Bella Villa, Roma

I corsi saranno disponibili fino al 15 luglio e le lezioni saranno così ripartite:

Livello B1 – B2, lunedì (online) dalle 11:00 alle 12:00, mercoledì (online) dalle 11:00 alle 12:00, venerdì (online) dalle 11:00 alle 12:00;

Livello A1, martedì (in presenza) dalle 10:00 alle 11:00, giovedì (in presenza) dalle 10:00 alle 11:00;

Livello A2, martedì (in presenza) dalle 11:00 alle 13:00, giovedì (in presenza) dalle 11:00 alle 13:00;

Livello A0, mercoledì (online) dalle 09:00 alle 09:40, giovedì (in presenza) dalle 09:00 alle 10:00, venerdì (in presenza) dalle 09:00 alle 11:00.

Per informazioni e iscrizioni: 3275627755 gracechoiroma@gmail.com

www.consultaevangelicaroma.it

Casetta Rossa – (Garbatella) via Magnaghi 14, Roma

La scuola resterà aperta tutta l’estate, dal martedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 12:00. Per iscrizioni e informazioni: corsoitalianocr@gmail.com

Polis – (Garbatella) via degli Armatori 3, Roma – presso “La Villetta”

Il corso di italiano L2 rivolto solo alle donne, di livello A0/A1, sarà attivo il veverdì dalle ore 10:00 alle 13:00. Per informazioni e iscrizioni: 3333778432 polis.onlus@gmail.com

I corsi estivi per adulti fuori Roma

CDS Tivoli – antico Palazzo del Seminario, Tivoli

La scuola sarà aperta fino a fine luglio con lezioni di lingua italiana tutti i giorni e supporto allo studio per coloro che inizieranno la scola a settembre. Per informazioni e iscrizioni: dirittisocialitivoli@gmail.com Tel. 0774 282061 – 3703103482 –3392439509

Zai Saman e CDS Latina – via del Pioppeto 13, Latina

La scuola sarà aperta per tutta l’estate eccetto nella settimana di ferragosto; i corsi ci saranno di mattina e di pomeriggio, online (con Skype) e in presenza.

Livello Base. In presenza: Lunedì, mercoledì, venerdì dalle 09:00 alle 10:30; online: martedì e giovedì dalle 14:30 alle 16:00.

In presenza: Lunedì, mercoledì, venerdì dalle 10:30 alle 12:00; online: martedì e giovedì dalle 16:00 alle 17:30.

In presenza: Lunedì, mercoledì, venerdì dalle 12:00 alle 13:00; online: martedì e giovedì dalle 17:30 alle 18:30.

In presenza: Lunedì, mercoledì, venerdì, dalle 13:00 alle 14;00; online: martedì e giovedì dalle 18:30 alle 19:30.

Per iscriversi: andare presso la Bottega Sociale “Zai Saman”, in Via Saffi 44 (Latina) con un documento valido.

Lo studente al momento della registrazione dei dati verrà sottoposto a un test di livello per inserirlo nella classe più idonea alle sue competenze iniziali. Vengono accettati anche minori, dai 16 anni in su. Per l’iscrizione deve essere presente un genitore o un tutore. Per informazioni: Elisabetta Felicetti

elisabettafelicetti@hotmail.it o bottegasocialezaisaman@gmail.com

Tel. 07731533286

Corsi estivi di italiano per bambini e ragazzi a Roma

Centri estivi per bambini ucraini dai 6 ai 14 anni

Dal 20 giugno al 22 luglio i corsi di italiano saranno disponibili dal lunedì al venerd’ì, ore 08:30 – 13:30, in cinque sedi:

Scuola Baccarini (metro B Cavour);

Scuola via S.Goivanni Bosco 125 (zona Qudraro);

IC Milanesi (zona Appia Nuova);

IC Rodari (zona Morena);

IC Mozart (zona Castel Porziano).

Per iscriversi è necessario compilare il modulo online: https://forms.gle/9ZPZhi5V4iGWWSRZA

Per avere informazioni in lingua ucraina: Natalia 328 569 4900

Caritas di Roma (Casal Bruciato)– via Venafro 26, Roma

Dal 13 giugno al 15 luglio sarà attivo il centro estivo gratuito per ragazze e ragazzi dagli 11 ai 16 anni, dal lunedì al venerdì ore 08:30 – 13:30 . Per info e iscrizioni: Per info e iscrizioni: diurno.minori@caritasroma.it 0688815520 – 3385708835

Civico Zero (San Lorenzo) – via dei Bruzi 10, Roma

I corsi di Civico Zero saranno disponibili per tutta l’estate, dal lunedì al venerdì. Per iscriversi: inviare una e-mail a scuolaitaliano@civicozero.eu, allegando un documento di riconoscimento o altra documentazione in cui risulta presente il nome del/della ragazzo/a che intende seguire i corsi. Seguirà un colloquio conoscitivo per testare le conoscenze linguistiche ed individuare il corso più adatto.

Asinitas (Torpignattara) – via Policastro 45, Roma

I corsi si terranno dal 28 giugno al 28 luglio nei giorni martedì, mercoledì, giovedì dalle 09:00 alle 13:00. Per informazioni: 06 6477 2924, contatti@asinitas.org

Intercultura al centro (Celio)– sede Centro Educativo Salita di San Gregorio al Celio, 3 Roma

progetto educativo dell’associazione genitori San Gregorio al Celio.

Per informazioni : Luisa Chiarelli 3348412112 luisachiarelli1@hotmail.it

Centro Amistad – via Lungotevere Raffaello Sanzio 11, Roma

Per informazioni: 393 9076673 amistad.trastevere@gmail.com

Polo Interculturale Chicco di Riso – via Giordano Bruno 2, Roma, scuola Cairoli

Per informazioni: 3472484764 polointerculturale@gmail.com

CDS Tivoli – antico Palazzo del Seminario a Tivoli

I corsi saranno disponibili fino a fine luglio per il sostegno allo studio di coloro che inizieranno la scuola a settembre. Per informazioni e iscrizioni: dirittisocialitivoli@gmail.com Tel. 0774 282061 – 3703103482 –3392439509

Giada Stallone"

fonte: piuculture.it 

mercoledì 1 giugno 2022

Puhoi. În ultima zi de școală🏢 și prima zi de vară🌞 le-am pregătit o sur...


Puhoi. La mulți ani de Ziua Copilului!🎉 În ultima zi de școală🏢 și prima zi de vară🌞 le-am pregătit o surpriza🎁. 
Clounii sunt chiar talentati, apelati. Petru +373 690 25 182
Pace și sănătate tuturor copiilor din lume. 👨‍👩‍👧‍👦 https://www.facebook.com/capsoonel/videos/392405092908097
Eu prin acest gest am comemorat pe mama mea Parascovia ("praznice" nu fac), care era nascuta pe 15 iunie si iubea nespus de mult copiii 👫 și nepoțeii ei.💞

domenica 29 maggio 2022


 In atenția femeilor din Moldova care se afla la Roma.

"Medici senza Frontiere", proiectul "S.A.I.D.A", prevede control gratuit: Testul Papanicolau; control ginecologic și a sânilor, sfaturi menopauză, contracepție.
Pentru a va prenota SCRIEȚI pe whatsapp/viber 329 475 4598 sau direct la numărul care este indicat în foto, specificând ca sunteți MD. Femeile cu STP, la fel pot accesa.

mercoledì 11 maggio 2022




IMPORTANT! Se comunică despre schimbarea adresei Consulatului general al RM la Milano, care din data de 20 iunie 2022 va avea sediul pe str. Lorenteggio 270A, CAP 20152, Milano.
În legătură cu realizarea proceselor logistice de transfer, serviciile consulare ale Consulatului general al RM la Milano se suspendă pe perioada 13-24 iunie 2022.
În această perioadă, pentru cazurile de asistență consulară care nu pot fi amînate pînă la reluarea activității oficiului consular din Milano, rugăm să contactați Ambasada Republicii Moldova la Roma sau Consulatul RM la Padova:
- Cetăţenii Republicii Moldova, aflaţi în situaţie de urgenţă (deces, accident, situaţie de pericol sau cu caracter extraordinar, calamitate) sau persoanele care sunt în posesia unor asemenea informaţii vizând cetăţeni ai Republicii Modova, pot apela numărul de urgenţă.
Telefon de urgenţă: oficiul consular din Milano +39 3460759801
pentru Consulatul Republicii la Padova. +39 3516678080
-Roma: +39 3294421091

 

sabato 30 aprile 2022

 Condiții de călătorie în Italia de la 1 mai. A fost eliminat formularul digital de localizare.

Ministrul Sănătății din Italia a semnat o ordonanță care prelungește până la 31 mai obligativitatea de prezentare la intrare în Italia a certificatului digital Covid-19. De la 1 mai, însă, formularul digital de localizare a pasagerilor nu mai este necesar.
Prezentăm mai jos condițiile de călătorie din România în Italia, valabile de la data de 1 mai.
Pentru intrarea pe teritoriul italian cetățenii români au obligația de a prezenta transportatorului sau oricărei persoane desemnate să efectueze verificări, certificatul digital UE COVID-19 care atestă una dintre următoarele situații:
vaccinarea anti-SARS-CoV-2 cu schemă completă, (pentru vaccinuri cu administrare în doză unică sau două doze) efectuată cu mai puțin de 9 luni în urmă sau vaccinarea anti-SARS-CoV-2 cu schemă completă și doză de rapel, sau vindecarea de COVID-19 care a avut loc în urmă cu 6 luni, sau efectuarea unui test molecular (tip PCR) cu rezultat negativ, cu 72 de ore anterior intrării în Italia sau a unui test rapid (tip antigen), cu rezultat negativ, cu 48 de ore înainte.
Persoanele care nu prezintă Certificatul verde COVID-19 care să ateste una dintre cele trei situații indicate mai sus, au obligația de a respecta măsura autoizolării pentru o perioadă de 5 zile și să efectueze un test molecular sau antigen pentru infecția cu virusul SARS-CoV-2 la finalul perioadei de autoizolare.
Minorii cu vârsta sub 6 ani pot intra în Italia fără alte formalități și sunt întotdeauna scutiți de obligația testelor moleculare sau antigenice.

mercoledì 6 aprile 2022

Pentru cetățenii Republicii Moldova care sunt în străinătate și au nevoie de asistență și informații în

contextul pandemiei COVID-19 recomandăm contactarea misiunii diplomatice sau a oficiului

consular din statul în care se află: Lista cu site-urile oficiale pe care pot fi găsite telefoanele

de urgență ale ambasadelor și consulatelor Republicii Moldova:

https://mfa.gov.md/ro/advanced-page-type/misiuni-ale-republicii-moldova-strainatate?fbclid=IwAR1p32BySq-lNpQwHVOT-H6zo8DGTVE_h_oONg8nP_bwT_3CIj6wONRSSxI

Pentru consultații telefonice, ministerul are activat Centrul de Apel al MAEIE al RM, care poate fi contactat la numerele: 0 80 090 990 (gratuit de la telefonul fix din orice localitate a Republicii Moldova) și +373 22 788 722 (din străinătate).

mercoledì 30 marzo 2022

Superabile Inail per l'Ucraina:le persone con disabilità tra fuga dal pa...


SUPERABILE INAIL PER L’UCRAINA.
Le persone con disabilità tra fuga dal paese e accoglienza in Italia.
SALUTI INIZIALI:
ALESSIA PINZELLO - Dirigente della Direzione centrale prestazioni socio sanitarie Inail
GIOVANNI SANSONE Direttore del Contact Center SuperAbile Inail
L’IMPEGNO DELLE ASSOCIAZIONI ITALIANE ED EUROPEE IN UCRAINA E NEGLI STATI DI ACCOGLIENZA
VINCENZO FALABELLA - Presidente Federazione italiana superamento dell’handicap (Fish)
NAZARO PAGANO - Presidente Federazioni tra le associazioni nazionali dei disabili (Fand)
L’EMERGENZA PER LE PERSONE CON DISABILITÀ: RISCHI E BISOGNI
TITTI POSTIGLIONE - Vice capo dipartimento Protezione civile
NICO PIRO - Inviato speciale Rai
L’EMERGENZA UCRAINA: VOCI DALLA GUERRA
FRANCESCO ROSATI - Area Progetti di Solidarietà Internazionale della Fondazione Don Carlo Gnocchi onlus
ERIKA RUSSO - Save the Children
ANDREA GUERRIZIO e LUIGI PETRUCCI - Caritas diocesana di Roma
L’IMPEGNO DI SUPERABILE INAIL PER L’UCRAINA
GIOVANNI SANSONE - Direttore del Contact Center SuperAbile Inail
con la partecipazione di TATIANA NOGAILIC - Call Center SuperAbile Inail
MODERA ANTONELLA PATETE - Giornalista di Redattore Sociale

https://www.youtube.com/watch?v=rWSMkuHP-Jk

venerdì 4 febbraio 2022

 Circulația în Italia a mașinilor înmatriculate în străinătate, legea va fi schimbată de la 1 februarie.

Cazul mașinilor înmatriculate în străinătate, care circulă în Italia, rămâne de actualitate. Mulți concetățeni stabiliți în Peninsulă se întreabă dacă și cum se aplică hotărârea Curții de Justiție Europene din decembrie 2021. Așa cum am precizat într-un amplu material precedent, normativa rămâne în vigoare. Redacția Rotalianul a primit ulterioare precizări de la Ministerele și forurile competente, care aduc ulterioare clarificări, respectiv Ministerul Transporturilor și Poliția de Stat, care are în competență și activitatea Poliției rutiere. 

Două sunt precizările importante: în primul rând, așa cum subliniam cu ajutorul specialiștilor interpelați de noi anterior, autoritățile italiene ne-au confirmat că un cetățean care se încadrează în cazurile prevăzute la paragraful mai sus menționat riscă, în continuare, amenda și sechestrarea vehiculului, „pentru că modificările introduse de legea europeană 2019-2020 nu au intrat încă în vigoare”.

În al doilea rând, sunt noutăți importante: la 1 februarie 2022 vor intra în vigoare noi reglementări cu privire la garantarea drepturilor cetățenilor UE și ale lucrătorilor comunitari prezenți în Italia, care vor viza și materia liberei circulații, inclusiv adecvarea Codului Rutier la normativa europeană.

Iată mai jos, integral, răspunsul primit de la Ministerul Transporturilor din Italia la întrebările noastre.

 Cum a fost primită decizia Curții Europene și cum va fi implementată în sistemul juridic italian? Care sunt modalitățile și termenele de aplicare?

Articolul 93 alin. 1bis din Codul rutier, (interzicerea circulației pentru vehiculele înmatriculate în străinătate și la dispoziția persoanelor care și-au stabilit reședința în Italia de mai mult de șaizeci de zile), de la intrarea sa în vigoare, prin „Decretul Securității” din 2018, a evidențiat numeroase probleme critice. 

Pentru a remedia această situație, „Decretul-lege din 16 iulie 2020, nr. 76, convertit cu modificări prin Legea din 11 septembrie 2020, nr. 120”, prin art. 16- ter. – alin., 1- quinquies (Dispoziții privind circulația în Italia a vehiculelor înmatriculate în străinătate), a introdus excepții în favoarea anumitor categorii de subiecți cărora nu li se aplică regula. În special:

(a) rezidenților din municipiul Campione d’Italia;

b) personalul civil si militar angajat al administratiilor publice care prestează serviciul în străinătate, conform articolului 1, alin. 9, lit. a) si b), din Legea nr. 470;

c) lucrătorilor frontalieri sau subiecților rezidenți în Italia care lucrează în favoarea unei societăți cu sediul social într-un stat învecinat, care, cu vehiculul înmatriculat acolo în nume propriu, tranzitează Italia pentru a ajunge la locul unde se află reședința sau întoarcerea la locul de muncă în străinătate;

d) forțele armate și personalul de poliție care deservesc în străinătate organizații internaționale sau baze militare;

e) angajații asociațiilor locale de asistență, pentru repatrierea vehiculelor înmatriculate în străinătate.

Comisia Europeană, solicitată de mai multe părți, a considerat că modificarea menționată anterior nu a fost suficientă pentru a răspunde unor nedumeriri (în acest sens Hotărârea C 274/20 sus-menționată, din 16 decembrie 2021), referitoare la ipoteza că respectiva prevedere legislativă încalcă principiile europene ale liberei circulații a persoanelor în cadrul UE.

Odată cu proiectul de lege guvernamental AS 2670 – B (Prevederi pentru îndeplinirea obligațiilor ce decurg din apartenența Italiei la Uniunea Europeană – Legea Europeană 2019-2020), au fost aduse modificări la articolul 93 din Codul Rutier, menționat anterior. Legea europeană menționată mai sus a fost deja aprobată de ambele camere ale Parlamentului și e în curs de publicare.

Trebuie menționat în mod corespunzător următorul fapt – competența în această materie revine în primul rând Ministerului de Interne, care a promovat modificarea care urmează să fie introdusă în Legea europeană 2019-2020.

Pot ministerele competente (Interne, Transporturi) suspenda, cu un document comune – circolare, aplicarea alineatului, în așteptarea unei ajustări de către legiuitor?

Nu, un asemenea document (circolare) nu poate suspenda o prevedere legislativă.

Un cetățean care se încadrează în cazurile prevăzute la paragraful mai sus menționat mai riscă amenda și sechestrarea vehiculului?

Da, pentru că modificările introduse de legea europeană 2019-2020 nu au intrat încă în vigoare.

 Există o statistică a cazurilor, pentru a afla câte sancțiuni au fost aplicate de la intrarea în vigoare a modificării?

Activitatea de sancționare intră în competența Ministerului de Interne și de aceea datele în cauză trebuie solicitate de la acel Minister.

Întrebările noastre au fost înaintate și Ministerului de Interne. Prin Biroul de presă al Poliției de Stat, competentă în materie, am primit următoarele precizări, pe 20 ianuarie 2022:

„Normativa actualmente în vigoare se va schimba în curând, odată cu intrarea în vigoare a noilor reglementări, cuprinse în noua lege 238 din 23 decembrie 2021, publicată în Gazeta Oficială pe 17 Ianuarie 2022, prin care se aplică legea europeană 221 G 00004 din 2019/ 2020. După intrarea în vigoare, peste 9 zile, putem reveni cu detalii legate de aplicarea ei.”

Textul Legii nr. 238 din 23 decembrie 2021, care va intra în vigoare la 1 februarie 2022, face referire la la introducerea unor măsurile extinse, destinate să faciliteaze exercitarea drepturilor conferite lucrătorilor în cadrul principiului fundamental al liberei circulații a cetățenilor europeni. 

https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2022/01/17/22G00004/sg.

În legătură cu modificările concrete care vor fi aduse normativelor specifice, cum ar fi în cazul nostru cele cuprinse în Codul Rutier, vom reveni pe larg cu precizări de la autoritățile italiene competente, după intrarea în vigoare a noii legi. https://www.rotalianul.com/precizarile-autoritatilor-italiene-cu-privire-la-circulatia-masinilor-inmatriculate-in-strainatate/

martedì 1 febbraio 2022

Il bonus affitto giovani 2022 è un’agevolazione rivolta ai soggetti under 31 che nel corso del 2022 decidono di andare a vivere in affitto. Nello specifico, possono beneficiare del bonus i giovani di età compresa tra i 20 e i 31 anni. Ciò che è apprezzabile è il fatto che l’agevolazione non riguarda solo chi affitta l’intero appartamento o immobile, ma anche chi condivide la casa con altre persone. L’obiettivo del bonus affitto giovani 2022 è una misura del Governo volta ad agevolare l’uscita dei giovani dal nucleo familiare e che si concretizza in una detrazione dall’imposta lorda pari al 20% dell’ammontare del canone di locazione. ma procediamo con ordine. 

In cosa consiste il bonus affitto giovani 2022?

 Bonus Affitto Giovani 2022: agevolazione per gli under 31 (ilcommercialistaonline.it)

mercoledì 26 gennaio 2022

O nouă modificare a legii italiene lovește în „badante”, inclusiv cele din R. Moldova. Când vor putea să se pensioneze. 

Guvernul italian a hotărât prin Legea bugetului pe 2022 că îngrijitoarele de bătrâni din Italia să nu se mai poată pensiona anticipat, la 63 de ani, cu opțiunea „L’Ape sociale”. „Badantele” vor trebui să rămână în serviciu până la vârsta de 67 de ani, când vor putea ieși la pensie pentru limita de vârstă, scrie rotalianul.com. Opțiunea „L’Ape sociale” a fost extinsă pentru celelalte categorii de personal, dar nu și pentru asistentele familiale, informează Pensioni e Fisco.Potrivit Guvernului, cel puțin pentru moment activitatea de îngrijitoare nu este una grea. A ajunge la 67 de ani în serviciu pentru o îngrijitoare nu este însă cel mai ușor lucru din lume.Program istovitor de muncă, stres, puțină odihnă din cauza nevoilor bătrânilor asistați care sunt de multe ori imobilizați la pat și pe care „badantele” sunt nevoite să-i ridice, să-i schimbe, să le acorde o îngrijire specială. Nici salariile în acest sector nu sunt foarte mari, prin urmare nici pensia pe care o vor primi aceste femei nu va fi una decentă.Salariile mici înseamnă contribuții mici, iar în perioada de cotizare aceasta este o problemă serioasă. Înseamnă că, odată pensionate, îngrijitoarele ar ajunge să primească pensii mult mai mici decât salariul din timpul activității.

O nouă modificare a legii italiene lovește în „badante”, inclusiv cele din R. Moldova. Când vor putea să se pensioneze (zugo.md)

venerdì 12 novembre 2021

 "Depresia, este un subiect tabuizat in sociumul Moldovenesc, care se camufleaza și despre care nu este etic de discutat. Dar care din păcate cauzează atâtea suiciduri, dezinteres față de viață și singurătate.

Cu siguranță fiecare din noi a trecut sau trece printr-o perioada psiho-emoțională mai dificilă din viață, iar pandemia și autoizolarea a făcut ca aceste stări să se amplifice.
Unii prima dată se ciocnesc cu depresia și nu cunosc cum să o depășească luând decizii fatale, alții s-au învățat să trăiască cu ea.
Cert este că, în asemenea perioade dificile din viața noastră, avem nevoie de susținerea oamenilor care ar putea să ne ajute, specialiști din domeniu și persoane care au reușit să învingă prin propria experiență.
Prin acest grup mi-am propus:
- Să discutăm cât mai mult despre boala secolului "Depresia".
- Să identificăm cauzele și manifestările ei.
- Diferențele dintre anxietate și depresie.
- Sfaturile specialiștilor (psihologi și psihoterapeuți) care ar putea să ne ajute și să îndrume spe soluțiile cele mai optime pentru a lupta cu ea.
- Destăinuiri anonime sau publice, aici veți putea să împărtășiți prin ce ați trecut sau treceți, posibil sunt oameni care se regăsesc.
Scopul acestui grup este de a primi consiliere psihologică gratuită.
Sper mult cu aportul d-voastră, împreună să ajutăm cât mai multă lumea, și să le aducem aminte că în această lume ei nu sunt singuri!

S P E C I A L I Ș T I
Dragi membri, în grup avem următorii specialiști care s-au oferit să ne ajute și să-și împărtășească gratuit cunoștințele la capitolul Depresie.
În măsura timpului disponibil pe care îl au, ei ne vor ajuta cu soluții și sfaturi.
Evident că pentru probleme acute și suport particular , puteți apela către d-lor să vă consilieze, unele probleme cer soluții medicamentoase și ședințe individuale.
Respectiv când o să vedeți postările persoanelor din listă, puteți consuma cu încredere recomandările și informația.
În categoria "Ghid" găsiți prezentare personală a fiecărui specialist în parte.
Le sunt profund recunoscătoare că și-au dat acordul de a contribui la o asemenea cauza nobilă! ❤️
Dacă mai cunoașteți persoane în domeniu, sau din membrii grupului, vă rog să-i etichetați. Mulțumesc !
Ştefan Popov - Psiholog-psihoterapeut
Natalia Pavalachi - Psiholog- sexolog
Dmitrii Iachim - Psihoterapeut
Ana Niculaes - Psiholog. Centrul "Respiro"
Evghenia Crupenencova - Psihoterapeut
Daniela Hariton Psihoterapeut - Psiholog-psihoterapeut
Daniela Terzi-Barbarosie - Psiholog - Psihoterapeut
Diana Cazacu - Terapeut Gestalt in psihologie.
Voluntară la centrul de antisuicid Norvegia."


Chat anonim pe www.pentruviata.md - în zilele de lucru între 19.00-21.00
Email ajutor@pentruviata.md
Tel de contact - 060806623






mercoledì 10 novembre 2021

"Spett.le Associazione "AssoMoldave APS", vi informiamo delle prossime attività del PROGETTO FUTURAE – PROGRAMMA IMPRESE MIGRANTI gestite da Forma Camera – CCIAA Roma, al fine di diramare l’informativa a coloro che riteniate possano essere interessati alla partecipazione.

Il PROGETTO FUTURAE – PROGRAMMA IMPRESE MIGRANTI finanziato dal Fondo Nazionale Politiche Migratorie 2018 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nasce con l’intento di raggiungere l’obiettivo di sostenere la creazione, lo sviluppo e il consolidamento dell’imprenditoria migrante e favorire una crescita inclusiva anche in termini di opportunità di creazione di nuova occupazione.

Le attività- Webinar gratuito “METTERSI IN PROPRIO”, destinato a chi ha un’idea di business e vuole avviare un’attività in proprio.

- Corso di formazione gratuito on line di 56 ore COME CREARE LA TUA IMPRESA “FUTURAE”: STRUMENTI PER TRASFORMARE LA TUA IDEA IMPRENDITORIALE IN REALTA - 3 giorni a settimana .

Il seminario on line di orientamento, darà indicazioni su cosa significa mettersi in proprio e come sviluppare un’idea di business, oltre a stimolare una riflessione sulle proprie attitudini imprenditoriali per la realizzazione della propria idea imprenditoriale. Dopo il webinar si potrà partecipare gratuitamente a tutte le fasi del Progetto Futurae, frequentare il corso di formazione di 56 ore e procedere all’assistenza personalizzata per la costituzione dell’ impresa. Saranno organizzati momenti di confronto per l’accesso al credito.

DESTINATARI Possono partecipare al percorso persone con background migratorio, comprese le seconde generazioni, senza limiti di età, anche occupate, regolarmente presenti in Italia e motivate ad avviare un’attività imprenditoriale, cittadini UE che hanno come obiettivo la costituzione di un’impresa insieme a cittadini extra UE.


COME ISCRIVERSI Per richiedere la partecipazione inviare una mail a segreteria@formacamera.it

Successivamente all’iscrizione verranno inviate le credenziali per accedere.

Per saperne di più clicca qui o contattaci: Tel. 06.571171 - segreteria@formacamera.it

Segreteria

FORMA CAMERA

Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma per la Formazione Imprenditoriale

Viale dell’Oceano Indiano, 17/19 - 00144 - Roma

Tel.: +39.06.571171 - Fax: +39.06.5779102 Mostra meno